I luoghi della fede in Lombardia

La Lombardia, ricca di luoghi spirituali, abitati da arte e natura, ha molto da offrire al turismo religioso.
In Lombardia il senso più autentico della tradizione religiosa lo troviamo scegliendo di farci pellegrini e conoscere quelle che sono anche le rigide regole di vita degli ordini religiosi.
Un turismo spirituale che rivive ai ritmi dei secoli passati, rinunciando all’inutile lusso e facendosi “povero”, ma “ricco” di scoperte dal punto di vista culturale, enogastronomico e paesaggistico.

La Certosa di Pavia, incantevole edificio di origine tardo quattrocentesca nel quale ritrovare la pace interiore con gli esercizi spirituali.
Il Convento di Baccanello a Calusco d’Adda, dove molti si ritrovano per coltivare la propria vocazione al sacerdozio o al noviziato.
Da Milano è facile raggiungere la secolare Abbazia di Morimondo in una splendida posizione all’interno del Parco del Ticino.
Sul Lago Maggiore, in provincia di Varese, c’è invece l’Eremo di Santa Caterina del Sasso, immerso in un panorama da cartolina. È stato costruito come una terrazza sull’acqua ed è raggiungibile sia con i mezzi nautici, sia attraverso la suggestiva scalinata a strapiombo.
La Valle dell’Adda può invece essere ammirata dalla cima della collina su cui sorge il Santuario della Madonna del Bosco, nel lecchese, un luogo molto caro alla devozione locale.
Non solo sobrie mense e giacigli essenziali: l’accoglienza religiosa in Lombardia passa anche da momenti di pura delizia, come nel caso dei liquori distillati nei monasteri. Qui, gli amanti di un buon bicchiere troveranno sicuramente l’essenza giusta.
Tra i luoghi più significativi in questo senso, il Priorato di Piona, l’antichissima struttura adiacente la Chiesa di San Nicola che sorge sulle sponde comasche di Colico. Che sia un digestivo, un liquore o un infuso, i monaci di Colico hanno una ricetta per ogni esigenza.
E altrettanto può dirsi per l’Abbazia di Chiaravalle, alle porte di Milano, che fu costruita tra il 1135 e il 1221, per il volere dell’abate Bernardo di Chiaravalle.
Questo antichissimo luogo di culto dà la possibilità di interessanti visite tematiche alla scoperta della suggestiva struttura medievale e degli originali liquori prodotti da frati, come il mitico Centerbe, miscela “esplosiva” di innumerevoli radici e piante, e le delicate caramelle balsamiche, un toccasana per raffreddori e malanni di stagione.
Senza dimenticare un’altra tradizione dei monasteri cistercensi, le Gocce Imperiali, un distillato d’erbe che raggiunge una gradazione alcolica di 90 gradi, e che spesso si usa sia come bevanda dissetante, ovviamente diluita in acqua, sia come rimedio per piccole infiammazioni, come quelle delle gengive e dei denti.

Lasciati dunque i banchi delle tante abbazie lombarde, ci rimettiamo in cammino seguendo il percorso di fede più antico d’Europa: la Via Francigena. La strada che collegava Canterbury a Roma si dirama per diverse centinaia di chilometri nel territorio lombardo, partendo da Palestro e passando per Pavia e Lodi, dunque toccando quella Lombardia autentica dove il panorama si tinge dei colori tenui delle risaie e si costella di piccole e grandi cascine. Dal Santuario della Madonna della Bozzola di Garlasco, passando per l’antica Senna Lodigiana, dove i ciclisti troveranno la loro dimensione ideale, la “Lombardia Francigena” ripercorre i luoghi della fede attraverso le strade della tradizione, in un connubio ben riuscito di religiosità, cultura, accoglienza e senso di appartenenza.

Visita la Lombardia

Incoming Lombardia
Eno-gastronomia, itinerari culturali, visite guidate … e molto altro

Le province

Provincia per Provincia
Viaggi, alloggi, ristorazione, attività sportive e visite guidate …